giovedì 8 gennaio 2015

JE SUIS CHARLIE

Buongiorno a tutti.
Non è mia abitudine parlare troppo di politica in rete perché spesso si finisce per essere fraintesi. Vedere poi che scoppiano le risse per cinema, serie tv, letteratura mi fa passare la voglia di farlo.
Comunque quello che è successo ieri non è un mistero per nessuno.

Come non è un mistero per nessuno che ho sempre votato a sinistra, ultimamente anche Tsipras, non sono mai stata una fan ultra degli Stati Uniti, né dell'idea di esportare la democrazia. Chi mi conosce sa tutte queste cose e molte altre, tipo che poco tollero taluni atteggiamenti dell'americano medio, in primis il sentirsi superiore e, a volte, anche l'ignoranza, che peraltro, purtroppo, impera anche da noi. Non nego di essere diventata nell'ultimo periodo molto selettiva perché finché uno è ignorante e non lo ostenta come una medaglia, penso e credo si possa imparare da chiunque (ho degli amici contadini che hanno la terza elementare e in termini pratici ne sanno più di un plurilaureato), ma quando la si ostenta eccome, allora la musica cambia.
Tutto questa premessa serve per dire che non sono un'islamofobica, ho rispetto assoluto per l'Islam e so bene che alcuni di noi occidentali abbiamo e continuamo a fare giganteschi errori in Medio-Oriente non avendo nessun rispetto per la cultura locale.
Detto ciò inizio ad essere stanca di vedere che le colpe siano sempre e solo dell'Occidente e si trovino giustificazioni aberranti nei criminali che usano l'Islam per fare del male al prossimo, sottolineo USANO L'ISLAM, e si osi di parlare di cultura.
Chi parla di cultura accostandola a queste atrocità non ha neanche idea di cosa significhi questa parola.
Così magari facciamo un ripassino del significato etimologico, dalla Treccani:
    Cultura L’insieme delle cognizioni intellettuali che, acquisite attraverso lo studio, la lettura, l’esperienza, l’influenza dell’ambiente e rielaborate in modo soggettivo e autonomo diventano elemento costitutivo della personalità, contribuendo ad arricchire lo spirito, a sviluppare o migliorare le facoltà individuali, specialmente la capacità di giudizio. 
    Complesso delle istituzioni sociali, politiche ed economiche, delle attività artistiche e scientifiche, delle manifestazioni spirituali e religiose che caratterizzano la vita di una determinata società in un dato momento storico.

      Domanda: dove ci sarebbe scritto che andare a sterminare chi fa della satira politica sia "elemento costitutivo della personalità, contribuendo ad arricchire lo spirito, a sviluppare o migliorare le facoltà individuali, specialmente la capacità di giudizio. "?
      Dove ci sarebbe scritto che infibulare una donna, lapidarla, ecc sia: "elemento costitutivo della personalità, contribuendo ad arricchire lo spirito, a sviluppare o migliorare le facoltà individuali, specialmente la capacità di giudizio. "?
      E potrei continuare all'infinito.
      Quello che è successo a Parigi è una barbarie, che non ha niente a che vedere con la civiltà e la cultura perché se si condannano, giustamente, i bombardamenti statunitensi e israeliani su scuole, ospedali, ecc in Medio-Oriente, si deve condannare anche quello che è successo nella redazione di un giornale.
      Giustificare la violenza non aiuta i veri islamici, che, ne sono certa, non hanno niente a che vedere con questi criminali. Lo so perché ho studiato a fondo questa religione e ho conosciuto musulmani che si vergognano di queste cose. Non li aiutate ad integrarsi difendendo i criminali. Come non aiutereste gli italiani negli Stati Uniti se fosse trovato un mafioso o un camorrista da loro e li accostaste agli italiani dicendo che fanno parte della nostra cultura.. Non funziona così.
      La violenza va sempre condannata.
      E per inciso Charlie Hebdo ha pubblicato vignette feroci e pure volgari contro il cristianesimo, la religione ebraica e molto altro. Ma nessun cristiano, ebreo o altro ha messo bombe nella redazione. Non facciamo finta di non vedere le cose.
      Vi invito a farvi un giro sulla pagina di Charlie Hebdo e capirete. Loro facevano satira su tutto. E nel momento in cui chi dissente con loro usa la violenza, HA SEMPRE TORTO!
      Vi lascio con la vignetta del mitico Jenus

      9 commenti:

      Krishel Mir ha detto...

      Sacrosante parole di fuoco mia cara. Sottoscrivo tutto.

      Silvia Azzaroli ha detto...

      Grazie mia cara socia ^_^

      Baba ha detto...

      Analisi estremamente lucida.
      Complimenti per le tue parole sagge e illuminanti.

      Silvia Azzaroli ha detto...

      Grazie Baba. Troppo buona. Credevo di essere stata troppo feroce e passionale.

      Baba ha detto...

      No proprio no, ha analizzato tutto da una prospettiva molto equilibrata, invece.

      Skywalkerboh ha detto...

      Quoto tutto, sei Grande.
      Ora ti pubblico nei social network in cui ho l'account

      Silvia Azzaroli ha detto...

      ^_^ Ne sono lieta Baba.
      Oh grazie di cuore Skywalkerboh: è un onore essere condivisa da te!

      amyamy ha detto...

      Non condivido proprio tutto al 100 per cento, ma a grandi linee la penso come te. La religione non centra nulla con a violenza ..e uccidere in nome di qualunque Dio non è cultura, non è Fede ma è solo ignoranza e barbarie ! Brava Silvia!

      Silvia Azzaroli ha detto...

      Grazie cara Amanda ^_^. E naturalmente concordo con te. Un mega abbraccio.

      Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...