domenica 30 settembre 2012

Fringe: recensione della 5x1


Buona domenica a tutti!
Lo so che magari alcuni di voi speravano che non tornassi a recensire Fringe, ma questo è il mio blog e ci scrivo quello che mi pare.
Questa recensione sarà particolarmente incazzosa, vi avverto.
Al solito SPOILER ALERT ovvero son cavoli vostri se leggete e non avete visto le altre stagioni
Inizio di stagione angosciante che fa sembrare Full Metal Jacket un documentario su un Luna Park.
Come già si sapeva da tempo, tranne  per qualche ehm decerebrato, si comincia dal 2036, in un mondo governato dai pelati nazistoidi che hanno relegato gli umani a cittadini di serie b, hanno levato loro ogni diritto e per finire in bellezza hanno pure proibito la musica o quasi.
In mezzo a tutto questo il nostro sfortunato protagonista Peter (il quale deve avere un abbonamento al club della sfiga come direbbe Krish) ha continui incubi sul rapimento di Etta, rapimento avvenuto 20 anni prima anche se per lui sono passati due mesi, in quanto è stato ambrato insieme agli altri.

Clicca per vedere l'immagine alla massima grandezza

Il giovane papino ha ritrovato la figlia, che lo guarda come l'Oracolo di Delphi ( e chi potrebbe darle torto) quando gli parla, anche solo per chiamarlo papà, figlia che lo ricordiamo ha circa 24 anni ergo suo padre dovrebbe averne 57, ma essendo stato ambrato ne dimostra 34. Un bel casino.
La prima missione è ritrovare Olivia ambrata, scopriamo che in questo futuro schifiltoso, gli Osservatori stanno immettendo apposta monossido di carbonio perché per loro c'è troppo ossigeno, sono sparite pure le uova, bisogna mangiarsele in grissini (una vera lecornia a giudicare dall'espressione schifata di Walter quando l'assaggia XD) e per di più tutti sono pronti a vendere i nostri al miglior offerente.
Infatti, dopo aver perlustrato una desolante New York ( al cui confronto quella di 1997 - Fuga da New York pare Disneyland), con Walter che accusa Peter di averli abbandonati anni prima (sto uomo quando ci si mette ha la comprensione di un talebano o di Torquemada mescolati al tatto di un rinoceronte) per andare a fare cosa? A cercare sua figlia: che persona indegna, eh?
Walter vaff... ma proprio te parli? Quello che ha spaccato due universi per andare a salvare suo figlio, lo ha riempito di balle (roba che potrebbe scrivere un manuale di ballologia teorica ed applicata) e lo ha pure usato come cavia e mo rompe? Ma non eri tu quello che diceva di Alt Broyles non giudicarlo? Bah -_-'''...
A New York, comunque, Olivia non si trova, si va a cercare al mercato dell'ambra O_o, dove Walter ci prova con una giapponese (scena memorabile ^_^), trascinato via a forza da Peter, con il quale, ha sì rapporti tesi, ma di fatto è l'unico che lo fa scuotere fino in fondo.
Mentre Peter scopre da un presunto ribelle che l'amata ambrata è stata venduta a qualcuno, Walter racconta ad Etta che per lui sono passati solo due mesi e che resterà sempre una bimba, così la nostra le da un bacio, ma il nostro, per quanto sorrida grato, è sempre un po' distaccato.
Nel frattempo il presunto ribelle vende i nostri eroi agli Osservatori, della serie, come direbbe Lord Casco, "siamo circondati da stronzi", così mentre Peter, Astrid, Etta e Walter fanno irruzione a casa di un Markham impazzito ed invecchiato, che usa Olivia ambrata come tavolino O_O, sostenendo di averla amata fin dalla prima volta che venne nella sua libreria (what? prima volta in che senso?? In teoria nella nuova timeline ci è andata una volta sola), Peter lo sbatte a lato e ripiglia il tavol... ehm Olivia...  il tutto mentre arrivano alcuni pelati che pigliano Walter -_-''''.
Fugone di Peter, Astrid, Etta con Olivia sempre a forma di comò, Walter viene portato da Windmark il quale lo tortura per ore ed ore, devastandolo di dentro e di fuori arrivando a farlo sanguinare, per scoprire chi li ha aiutato a disambrarsi e chi è l'Osservatore che ha creato il piano per fermarli
Walter riesce a resistere anche se soffre come un cane e noi soffriamo con lui grazie all'immensa performance di John Noble che sembra sputare davvero dolore da tutti i pori, sono stata malissimo.
E mi chiedo come si possa non premiare un attore sublime come questo.
Vergognoso.

Clicca per vedere l'immagine alla massima grandezza

Al rifugio dei nostro Olivia viene disambrata, abbracciando subito l'amato consorte Peter che fa la faccetta dubbiosa (e noi sappiamo perché), poi Peter le presenta la loro figlia, altro abbraccio, leggermente più freddino, ma le parole toccanti di Liv che ha contato persino i giorni da quando Etta è stata rapita, sciolgono il cuore.

Clicca per vedere l'immagine alla massima grandezza

Clicca per vedere l'immagine alla massima grandezza

Clicca per vedere l'immagine alla massima grandezza

Clicca per vedere l'immagine alla massima grandezza

Anna Torv e Georgina Haigg sono meravigliose.
Mentre vanno a cercare Walter, chiedendo aiuto ad altri ribelli (stavolta veri), Olivia e Peter si fermano su un ponte e si chiariscono, lui in particolare scoppia in un pianto liberatorio che straccia il cuore, rivelando tutto il suo dolore doppio di padre e di uomo che vive sulla sua pelle ciò che è successo ai suoi genitori e ciò che è successo a se, raccontando che non avrebbe mai voluto vedere sua figlia sola a combattere, avrebbe voluto proteggerla.
E lui sa bene cosa significhi sentirsi soli al mondo, in un posto che non senti tuo.
L'uomo teme di averla abbandonata quando ha pensato a cercare sua figlia.
Olivia, una volta tanto, è comprensiva, spiegando come abbiano sbagliato entrambi in quella circostanza, che non hanno saputo affrontare insieme il dolore, appoggiandosi l'una all'altro.
Joshua Jackson è letteralmente sublime in questa scena, le sue lacrime sembrano assolutamente vere, così come la sua sofferenza, si viene colpiti dentro all'anima.

Clicca per vedere l'immagine alla massima grandezza

Clicca per vedere l'immagine alla massima grandezza


Clicca per vedere l'immagine alla massima grandezza






E francamente trovo irritanti coloro i quali, pochi per fortuna, tra fandom straniero ed italiano, hanno ignorato tale interpretazione o peggio l'hanno stroncata.
Naturalmente la maggior parte di loro sono maschietti e poi saremmo noi donne quelle invidiose, noi donne che non perdiamo occasione di lodare e sbavare su attrici come Anna Torv.
Cari miei maschietti che vi comportate così, lasciatevelo dire, siete penosi.
Passando oltre.
I ribelli aiutano i nostri ad entrare nel quartier generale dei pelati, anzi pelatoni come li chiamano loro (buah buah buah), usando la tecnica del finto morto su Peter, tecnica ancora sperimentale, ma che stranamente su di lui funziona benissimo grazie a delle speciali pietre (coff coff coff)
Si entra dentro, si fa andare in tilt uno dei macchinari idioti per inquinare la terra (sono dei geni questi pelati: scappano da un futuro merdoso in cui hanno inquinato acqua ed aria, vanno nel passato e che fanno? La stessa cosa O_O!), e si va a prelevare Walteruccio ormai più di qua che di là.
Preludio a qualcosa? Sigh-_-...
Lo si porta a casa  con la dolce Astrid che lo aiuta come può ( altro che personaggio inutile tzè!) con il macchinario trovato dai nostri dai ribelli, un macchinario che funziona solo con Walter, un po' come la Macchina fungeva solo con Peter.
Questo affare, che poi da il titolo all'episodio, si chiama "Unificatore di Pensieri Transilienti Modello-11" dovrebbe permettere al nostro dottor Bishop di ricordare il piano che Septemberuccio nostro (che chissà che fine ha fatto ç_____ç)ha messo e poi partizionato nel suo cervello, ma Walter non ci riesce, si incazza come una iena, niente e nessuno riesce a calmarlo, Olivia riesce solo a bloccarlo temporaneamente.
Olivia con cui ha cambiato un saluto affettuoso e toccante  poco prima ma un po' distaccato.
Alcune ore dopo Walter si alza e va a cercare la musica, quella stessa musica che aveva usato per difendersi dal super cattivone Windmark a cui aveva spiegato che la musica lo aiuta a ricordare.
Un'altra scena stupenda quella del nostro scienziato pazzo che dentro la macchina scassata ascolta un cd di  Only You dei Yazoo - anni 80 (grassie per la precisazione su titolo, gruppo e periodo Krish), che sembra portarlo lontano nello spazio e nel tempo, in modo che possa ricordare il piano che, a differenza di quanto pensa la nipotina, non è affatto perduto.
 John Noble, di nuovo, ci regala un altro momento sublime, mostrando lo smarrimento di Walter che sentiamo nostro.
Un Walter che sembra gravato dal peso di qualcosa, forse lui sa cosa accadrà e forse è per questo che sta male.

Clicca per vedere l'immagine alla massima grandezza

Clicca per vedere l'immagine alla massima grandezza

Clicca per vedere l'immagine alla massima grandezza

Eccovi il video di questa scena sublime




Forse sa che dovrà morire e nel momento più difficile non potrà stare vicino a Peter, che, probabilmente, guiderà la rivolta finale come un John Connor.
Chissà.
Voto all'episodio Nove e mezzo!
Un episodio che parla dell'amore di questa famiglia strana eppure vera.
Vi lascio sotto il trailer della 5x2 mentre come dicevo ieri avrò incubi per una settimana, ovviamente per la tortura a Walter.
Da notare che Etta dimostra un odio terribile contro i pelati ed usa anche le armi improprie contro di loro e i lealisti, con sommo scorno di sua madre che prova inutilmente a fermarla.
Ci riesce invece Peter che con il suo solito tono calmo le fa capire che avranno giustizia.
Il rapporto padre e figlia si preannuncia molto forte, già ne abbiamo visto qualcosa nella scena in cui irrompono nell'episodio appena andato in onda: lei uccide il lealista, Peter si chiede che è successo, lei risponde "I rischi del mestiere" e lui orgoglioso "Brava ragazza" XD.
Alla prossima. p.s: complimenti a Michael Kopsa alias il Capitan Windmark, nuovo cattivone di stagione

rip.s: fonti delle foto Fringe Files and I kind of like hawkette

ri-rip.s: la frase di Peteruzzo nostro "It's like living this beautiful dream... inside of a horrible nightmare" mi ha fatto pensare ad Heaven of out Hell di Elisa, canzone che adoro

5 commenti:

Krishel Mir ha detto...

Tesora un piccolo appunto:

Only You dei Yazoo, il brano ascoltato da Walter alla fine dell'episodio, è degli anni 80, per la precisione datato 1982. Chiunque ha vissuto quegli anni te lo potrebbe dire.
E la scena è sublime. Nelle nostre teste riecheggia la frase di Windmark: "non c'è speranza per voi. Non può nascere nulla nella terra scorticata" E vedere quel dente di leone crescere li dove nessuno si aspetta, è un monito e una lezione. Madre Natura non la fermi, si riprende i suoi spazi quando vuole. E se c'è speranza per questo, c'è anche per il resto...

Silvietta ha detto...

Infatti altro che non cresce nulla sulla terra bruciata.
Grazie per l'appunto cara, ora correggo.
Ma ti è piaciuta la recensione?

Krishel Mir ha detto...

Si certo. Ho solo fatto una mia aggiunta personale. Per il resto non potevo dire di più.

ImpiegataSclerata ha detto...

Hanno anche fatto la citazione Star Trek con il cavallo di battaglia dei Borg: Resistance is futile!!!
In effetti un qualcosa in comune con i Borg gli Osservatori ce l'hanno.
Solo che gli Osservatori sono più cattivi.
Bella puntata. Straziante la tortura di Walter, commovente la reunion e un finale pieno di speranza dove prima non sembrava possibile.
WOW!

Silvietta ha detto...

Yes Baba, un finale molto speranzoso!
E' vero la citazione dei Borg, non ci avevo fatto caso!
Sì gli Osservatori mi paiono peggio, solo Septy si salva ç_ç!
A recensione della 5x2 qui

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...